News

Il futuro del servizio di trasporto sanitario di emergenza tra mercato e Terzo Settore 

Il futuro del servizio di trasporto sanitario di emergenza tra mercato e Terzo Settore 

Nel corso degli ultimi decenni, il servizio di trasporto sanitario, in particolare quello di urgenza ed emergenza, è stato oggetto di interpretazioni giurisprudenziali, sia a livello europeo sia a livello nazionale, nonché di una specifica disposizione normativa, contenuta nell’art. 57 del Codice del Terzo Settore.

Vai alla news

L’editoriale del presidente della Fondazione Italia in Salute Federico Gelli

L’editoriale del presidente della Fondazione Italia in Salute Federico Gelli

Aprile parte con una novità importante: il Consiglio di Amministrazione con il supporto del Comitato Scientifico ha deciso di inaugurare una nuova serie di pubblicazioni scientifiche, sotto forma di paper, con l’intento di divulgare ricerche, buone pratiche, esperienze di successo in vari ambiti, con particolare riferimento al settore socio- sanitario e sanitario. Le proposte rappresentate nei paper possono fornire anche un contributo al decisore politico.

Vai alla news

Sanità, il trasporto sanitario di emergenza tra volontariato e mercato: il primo paper della Fondazione Italia in Salute

Sanità, il trasporto sanitario di emergenza tra volontariato e mercato: il primo paper della Fondazione Italia in Salute

Il documento, curato da Fabio Lenzi e Alceste Santuari, ripercorre le diverse interpretazioni giurisprudenziali a livello europeo e nazionale

La riforma del terzo settore affida in via prioritaria il servizio di trasporto sanitario in emergenza al volontariato, indicando il ricorso al mercato solo come ipotesi subordinata. Questo il tema affrontato nel primo paper promosso dalla Fondazione Italia in Salute “L’affidamento del servizio di trasporto sanitario: problematiche aperte e prospettive”. Il documento, curato da Fabio Lenzi e Alceste Santuari, ripercorre i contenuti della nuova normativa e fa il punto fra le diverse interpretazioni giurisprudenziali, sia a livello europeo che nazionale, per offrire nuove prospettive e possibili soluzioni operative.

Vai alla news

AstraZeneca, Gelli “Sicuro ed efficace, somministrazione a over 60 può dare benefici”

AstraZeneca, Gelli “Sicuro ed efficace, somministrazione a over 60 può dare benefici”

“Il vaccino contro il Covid di AstraZeneca è sicuro ed efficace. Il nesso di causalità sui fenomeni trombotici e tromboembolici a carico dei seni venosi cerebrali non è stato dimostrato ma è ritenuto plausibile. E l’indicazione precauzionale, fornita oggi nella circolare del Ministero della Salute, di utilizzare questo vaccino solo per gli over 60  può comportare alcuni benefici per il prosieguo della campagna vaccinale”.

Vai alla news

Covid, Gelli “Giusto l’obbligo vaccinale a operatori sanitari. Misura da estendere alle Rsa”

Covid, Gelli “Giusto l’obbligo vaccinale a operatori sanitari. Misura da estendere alle Rsa”

Il presidente della Fondazione Italia in Salute “Vaccinarsi è, per un medico, un dovere deontologico oltre che un requisito per poter lavorare in prima linea, accanto ai pazienti”

Condivido pienamente l’intenzione del Governo di introdurre l’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari. La proposta doveva essere presentata già da tempo. Non è assolutamente accettabile in un contesto pandemico e con un canale preferenziale a disposizione per le vaccinazioni, avere ancora personale non vaccinato a diretto contatto con pazienti.

Vai alla news

Covid, Gelli “Bene approvazione vaccino J&J”

Covid, Gelli “Bene approvazione vaccino J&J”

“L’approvazione da parte di Ema del vaccino di Johnson & Johnson è un bellissima notizia. Abbiamo uno strumento in più per combattere il Covid-19. In Italia attendiamo 7,3 milioni di dosi nel secondo trimestre e  26,5 milioni entro la fine dell’anno. Si tratta di uno strumento particolarmente utile perché si tratta del primo vaccino monodose.

Vai alla news