Discutere del panorama sanitario italiano oggi, dei cambiamenti che la Legge 24/2017 ha portato nel campo del contenzioso e della responsabilità sanitaria ma soprattutto valutare, insieme alle istituzioni ed ai tanti presenti, le prospettive future per questa norma che nel 2023 ha compiuto sei anni. Tutto questo sarà affrontato a Roma, giovedì 14 dicembre, in occasione dell’iniziativa organizzata dalla Fondazione Italia in Salute nella sala Capranichetta dell’Hotel Nazionale (piazza di Monte Citorio 131).

Sarà presente, tra gli altri, il ministro della Salute Orazio Schillaci.

Si parte alle 10 con la registrazione dei partecipanti, poi toccherà a Federico Gelli, direttore Sanità, welfare e coesione sociale della Regione Toscana, nonché presidente onorario della Fondazione Italia in Salute, introdurre il convegno. A seguire, il presidente della Fondazione, l’avvocato Maurizio Hazan, illustrerà il lavoro svolto dal tavolo tecnico sulla Legge 24/2017, le analisi fatte insieme ad importanti giuristi, associazioni di categoria, mondo sindacale e società scientifiche e le possibili revisioni della norma.

Largo spazio sarà dato agli interventi.

Nino Cartabellotta (presidente Fondazione GIMBE), Paolo Crea (vice procuratore generale Corte dei Conti della Regione Lazio), Pierino Di Silverio (segretario nazionale ANAAO Assomed), Tiziana Frittelli (presidente nazionale Federsanità) e Giovanni Migliore (presidente nazionale FIASO).

Di primo piano la presenza istituzionale, a partire dal ministro della Salute, Orazio Schillaci, che parteciperà al convegno insieme a Francesco Zaffini (presidente della Commissione Salute del Senato della Repubblica) e Adelchi D’Ippolito (magistrato e presidente della Commissione ministeriale per lo studio e l’approfondimento delle varie e complesse problematiche relative alla colpa professionale medica).

“Il convegno che organizziamo a Roma è un’occasione molto importante per presentare il grande lavoro svolto da tutti gli organi della Fondazione e dai tanti esperti che hanno voluto aderire al tavolo. Ci confronteremo sul presente e sul futuro della Legge 24/2017 – commenta Maurizio Hazan, presidente della Fondazione Italia in Salute –. Ringrazio fin da ora gli ospiti che hanno accettato di condividere con noi una giornata di riflessione sull’argomento, anche alla luce degli imminenti decreti attuativi annunciati dal governo e su cui spingiamo da diverso tempo. Oltre, ovviamente, al nostro intervento nella Commissione ministeriale per lo studio e l’approfondimento delle varie e complesse problematiche relative alla colpa professionale medica. Ringrazio in particolar modo il ministro Schillaci per la sua partecipazione, segno che il dialogo della Fondazione Italia in Salute con le istituzioni è costante: non faremo mai mancare il nostro contributo al dibattito pubblico sulla sanità, a partire da iniziative come quella del 14 dicembre”.

Clicca qui per il programma completo e le modalità di iscrizione